Area Riservata
La Riabilitazione - servizi infermieristici, riabilitativi, corsi

DROGHE


Combatterne il consumo è un dovere di tutti.


28 GIU - Nel mondo sono circa 200 milioni le persone che assumono droghe almeno una volta all’anno.

Droga è qualsiasi sostanza capace di modificare il funzionamento del corpo e della mente e di dare dipendenza.Come ci spiegano molto bene gli esperti, sono due le tipologie di dipendenza possibili. Una è quella psicologica che origina dalla sensazione di non potere fare a meno della sostanza che si assume: non passa mai completamente. L’altra, è quella fisica che è dovuta alla capacità delle droghe di modificare alcuni importanti processi: il fisico si adatta progressivamente alla droga fino a non poterne più fare a meno e manifesta pesanti sintomi nel caso di astinenza.
Per questo ma non solo, consumare droga è sempre un comportamento a rischio: tutte le droghe si caratterizzano per la tolleranza cui danno luogo; una volta instaurata la dipendenza, sono sempre maggiori le quantità da assumere per avere i medesimi effetti. In altre parole, non basta mai e il loro effetto è sempre e solo temporaneo e breve.


Ma quante sono le persone dipendenti?
Sono circa 25 milioni le persone considerate tossicodipendenti, 200.000, invece, le persone che perdono la vita per cause riconducibili all’uso di droghe.

A tenere alta l’attenzione, accanto a tutte le organizzazioni, le strutture e i professionisti impegnati nella lotta contro le droghe e nella cura dei danni che esse producono, vi è anche l’Unodc (Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine) che promuove ogni anno campagne di sensibilizzazione sul problema, mondiale, della droga.
Il tema della Giornata Internazionale di quest’anno che si è svolta il 26 giugno scorso, si è focalizzato soprattutto su alcune sostanze: anfetamine, cocaina, cannabis, allucinogeni, oppiacei e sedativi ipnotici.
Lo scopo della giornata è stato di sensibilizzare soprattutto i giovani che molto spesso vanno alla ricerca dello “sballo” delle droghe, ignari il più delle volte dei devastanti effetti collaterali che hanno.
Accanto alla sensibilizzazione sul fenomeno l’intento è quello di offrire strumenti per informarsi in modo preciso sui rischi correlati al consumo di droghe.

Il messaggio forte è: La migliore protezione contro i danni delle droghe, però, è non cominciare ad assumerle. Neanche per provarle!

Per approfondire e/o trovare altre informazioni potete consultare il sito del Ministero della salute all’indirizzo www.salute.gov.it.

Fonte: IPASVI