Area Riservata
La Riabilitazione - servizi infermieristici, riabilitativi, corsi

MAL DI SCHIENA


Gli infermieri tra i piu' colpiti


26 GIU - Un recente studio italiano si è concentrato sull'incidenza della lombalgia negli infermieri: sotto accusa la movimentazione dei pazienti.

Un recente studio scientifico italiano, del Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia dell'Unità di Medicina del Lavoro dell'universitò "La Sapienza", si è concentrato sull'incidenza della lombalgia negli infermieri, scoprendo che questi professionisti incappano più di altri in varie tipologie di mal di schiena.
La ricerca, ora pubblicata sulla rivista Prevention & Research, ha interessato un campione di 217 infermieri, 94 maschi (50 più esposti e 44 non esposti alla movimentazione di carichi) e 123 femmine (61 più esposte e 62 non esposte).

I due gruppi erano paragonabili per età, anzianità lavorativa, indice di massa corporea e attività sportiva svolta. Si è poi proceduto a confrontare gli infermieri che hanno presentato almeno un episodio di lombalgia acuta negli ultimi 12 mesi con una popolazione di controllo rappresentata da soggetti con bassa esposizione professionale. Il confronto ha dimostrato che gli infermieri hanno una prevalenza del 9,5% di mal di schiena, contro il 2,2% del gruppo di controllo.

Sotto accusa la movimentazione dei pazienti, soprattutto in casa di cura o nei reparti di lungodegenza, in cui il malato non è in grado di collaborare: espone gli operatori a rischio di lesioni che coinvolgono in maniera specifica il rachide lombo-sacrale. "Dal momento che non risulta possibile eliminare il rischio collegato a questa attività - scrivono i ricercatori - è fondamentale agire per ridurlo, grazie ad una serie di iniziative quali l'introduzione di procedure corrette e di ausili, l'adeguamento delle strutture, la sorveglianza sanitaria e la formazione degli addetti".

Fonte: IPASVI